Vidal: “Io non ho paura di pronunciare la parola scudetto, l’ho vinto in Italia, Germania e Spagna”

0
184

Inter, il centrocampista Arturo Vidal ha voluto tracciare un primo bilancio dei suoi primi quattro mesi in nerazzurro in una lunga intervista con Sky Sport. Il calciatore non si nasconde quando devo nominare la parole scudetto e ha confermato che a breve si vedrà il vero Vidal

Arturo Vidal (Getty Images)

INTER VIDAL INTERVISTA/ Lunga intervista di Sky Sport al calciatore dell’Inter Arturo Vidal, al suo primo natale in nerazzurro. Gli hanno chiesto di tracciare un bilancio dei suoi primi mesi nella squadra milanese e lui ha detto: “Sono qui da quattro mesi, sono tornato a lavorare tanto con il mister. Al Bayern e al Barcellona sono state belle esperienze ma adesso essere tornato a lavorare con Conte è sicuramente una bella cosa”. Gli hanno domandato, se il momento peggiore della stagione è stata l’eliminazione dalle competizioni europee e lui ha confermato: “Sicuramente: vincere la Champions League è il mio sogno. Però all‘Inter c’è un progetto nuovo, con giocatori giovani e tanta fame di vincere. Abbiamo ancora due obiettivi da raggiungere e daremo il massimo”. Gli hanno fatto notare, che la squadra anziché demoralizzarsi si è rialzata alla grande e lui ha confermato: “Dopo l’eliminazione dalla Champions c’era il rischio di un contraccolpo, ma abbiamo ripreso alla grande, giocando meglio. L’importante è lavorare forte ogni giorno, sappiamo che quest’anno è dura. Io non ho paura di pronunciare la parola scudetto, l’ho vinto in Italia, Germania e Spagna. Ma solo con il lavoro sapremo se saremo all’altezza”. Gli hanno chiesto, cosa serve ancora alla squadra meneghina per tornare a vincere e lui ha risposto: “L’anno scorso l’Inter era già arrivata vicina allo Scudetto, ma ci sono stati errori nei momenti in cui non si doveva sbagliare. Quest’anno siamo uniti, dobbiamo migliorare e cercare di non ripetere gli stessi errori”. Gli hanno domandato, qual è la squadra favorita e lui ha dichiarato: “La Juventus. Hanno una squadra forte, hanno vinto 9 scudetti di fila e hanno le armi per essere sempre in alto. Noi faremo il massimo per essere più forti, abbiamo fiducia”. A proposito di Juventus, gli hanno chiesto se ci ha pensato quando firmava per i nerazzurri e lui ha risposto: “Sono stato con loro quattro stagioni, ma ora penso solo al presente e al futuro, a fare qualcosa di nuovo. Con il mister ho spesso parlato per tornare a lavorare insieme. Sono contento di dare il massimo, di dare tutto me stesso, di lasciare il cuore sul campo per l’Inter”.

Per tutte le altre news di calciomercato sui nerazzurri CLICCA QUI.

 

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Nainggolan in partenza | Scambio col bomber

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, dall’Inghilterra: “Mourinho vuole il giocatore!”

Gli hanno domandato se il suo ruolo è cambiato e lui ha confermato: “Alla Juventus avevo più opportunità di segnare perché giocavo più alto, ma anche qui pian piano tornerò a essere pericoloso“. Gli hanno fatto notare, che in questi quattro mesi non si è ancora visto appieno il vero Vidal e lui ha confermato: “Sono d’accordo, manca ancora qualcosa, anche se sono qui anche per aiutare a maturare la squadra. Non ho avuto tanto tempo per prepararmi al meglio dopo il trasferimento ma ora sto bene, sono al 100%”. Gli hanno domandato, com’è lavorare ancora con Antonio Conte e lui ha spiegato: “A Monaco e Barcellona si lavora in maniera diversa, sono tornato con lui ed è come risvegliarsi, perché si lavora tantissimo. Conte ha ancora più voglia di vincere”. Gli hanno chiesto un parere sulla rosa nerazzurra e lui ha dichiarato: “Questa squadra è giovane e ha tanta fame di vincere, questo mi piace tantissimo, è una squadra forte“. L’ultima domanda ha riguardato il futuro e che cosa vorrebbe per il 2021 e lui ha detto: “Sarò felice se vinceremo, se in campo si vedrà il vero Vidal. E spero che i miei bambini saranno sempre felici“.