Calciomercato Inter, Paredes-Eriksen si può | Tutto ‘grazie’ al Decreto Crescita

0
251

Calciomercato Inter: uno scambio fra Christian Eriksen e Leandro Paredes è possibile in vista di gennaio per un motivo chiaro. I dettagli

Calciomercato Inter
Beppe Marotta (Getty Images)

L’Inter non pensa soltanto al mercato in entrata ma anche a quello in uscita. Gennaio si avvicina e i nerazzurri starebbero riflettendo sulla situazione legata a Christian Eriksen. Il fantasista danese era arrivato lo scorso anno proprio a gennaio alla ‘Beneamata’ per alzare il livello generale della squadra allenata da Antonio Conte, ma il matrimonio tra le due parti non è andato come l’ex calciatore del Tottenham sperava e così il Nazionale danese sembra essere tornato prepotentemente sul mercato. Nelle ultime ore, è spuntata l’idea di uno scambio tra i nerazzurri e il Psg con protagonisti proprio Eriksen e Leandro Paredes. Per tutte le altre news sui nerazzurri clicca QUI.

LEGGI ANCHE>>> Inter, de Paul non è un fuoco di paglia | Ecco perché

Calciomercato Inter, scambio possibile grazie ad un ‘Pochettino’ di Decreto Crescita

Inter
Christian Eriksen (Getty Images)

Dopo l’esonero di Thomas Tuchel e il possibile approdo di Mauricio Pochettino sulla panchina del Psg, si aprono scenari davvero sorprendenti per il mercato di gennaio. Eriksen, infatti, oggetto sconosciuto in casa Inter, ritroverebbe a Parigi il suo mentore mentre i nerazzurri potrebbero provare a puntare Leandro Paredes. Certo, Conte preferirebbe puntare sul giovane Renato Sanches ma è molto più semplice immaginare un arrivo di Paredes in nerazzurro, anche perché Zhang è stato chiaro: a gennaio non si spende.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, sorpresa in attacco | Scambio da 35 milioni

Cosa potrebbe facilitare questo affare? Il Decreto Crescita. Eriksen, infatti, usufruisce di questo particolare ‘sconto’, valido per chi si impegna a fissare la propria dimora fiscale in Italia per almeno due anni. Se andasse via a titolo definitivo, i nerazzurri perderebbero tali benefici. Proprio per questo, cedere in prestito il talento danese non dispiace a Marotta e colleghi dato che se tornasse al ‘Biscione’ a giugno verrebbe comunque contato nell’anno fiscale italiano. E Paredes? Non sta più in Italia da oltre 3 anni e si potrebbe candidare per uno sconto fiscale. Affare che, sulla carta, sembra già apparecchiato. Qualcosa, però, potrebbe impedire che venga attuato. Il Psg, infatti, ha già tantissimi trequartisti e potrebbe virare su altri obiettivi.