De Vrij: “Siamo diventati compatti”. Poi su Conte, Scudetto e Champions

0
1621

Le ultime news Inter mettono in evidenza l’intervista rilasciata da Stefan de Vrij, uno dei pilastri della squadra allenata da Antonio Conte

Stefan de Vrij (Getty Images)

Dall’uscita dalla Champions al paragone con Walter Samuel, passando per lo scudetto fino ad Antonio Conte. Sono questi gli argomenti più importanti dell’intervista che Stefan de Vrij, uno dei pilastri dell’Inter che ha chiuso il 2020 al secondo posto, ha rilasciato a ‘La Gazzetta dello Sport’. Per tutte le altre news sui nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Zhang impone l’austerity | Ma avanza il ‘Papu’ Gomez

Inter, de Vrij: “In Champions lasciato qualcosa per strada. Conte un vincente e sullo Scudetto…”

ELIMINAZIONE CHAMPIONS – “A volte ci ripenso, ma subito dopo penso anche che non ha senso tornare là con la testa. Ciò che è stato è stato e dalle sconfitte si può solo imparare. In tutto il percorso non è bastato ciò che abbiamo fatto in campo. Abbiamo lasciato qualcosa per strada, per esempio il non aver segnato contro lo Shakhtar”.

SAMUEL – “Mi piace essere considerato un nuovo ‘The Wall’. Ho avuto la fortuna di parlare con Samuel un paio di volte per qualche evento: è una brava persona e un difensore fortissimo. Cosa è cambiato in difesa? Siamo diventati compatti come squadra e questo rende più facile tutta la fase difensiva. Siamo un reparto unito e affiatato”.

Calciomercato Inter
Stefan de Vrij (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, è fatta per la cessione di Nainggolan

CONTE – “E’ un vincente, riversa sulla squadra la sua stessa voglia e cerca di sfruttare tutto il potenziale che ognuno di noi ha dentro. Batte su quello, trasmette passione e mentalità. A me dice che sono troppo buono e che a volte dovrei essere più cattivo”.

SCUDETTO – “Il fatto di poterci concentrare solo su campionato e Coppa Italia può diventare un vantaggio, ma dipenderà solo e soltanto da noi. Tutte le parole sono ammesse nel mio vocabolario, anche ‘scudetto’… Ma come è inutile guardare troppo al passato, è inutile anche guardare troppo in avanti”.