Inter-Juventus, Conte: “Voglio più cattiveria, gap non colmato”. Poi annuncio su Eriksen

0
383

Inter: le parole di Antonio Conte alla vigilia del match dei nerazzurri contro la Juventus valido per la 18° giornata di Serie A. 

Inter
Antonio Conter (Inter)

Conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Inter-Juventus, big match della 18° giornata di Serie A che avrà luogo a ‘San Siro’ alle ore 20.45. Partita, questa contro i bianconeri, che potrebbe lanciare i nerazzurri in campionato dopo la vittoria raggiunta in extremis contro la Fiorentina in Coppa Italia. Per tutte le altre news clicca QUI. Ecco le sue parole:

LEGGI ANCHE>>> Inter-Juventus, derby già decisivo per due fattori: uno mentale, l’altro ‘storico’

“Juventus? Noi dobbiamo rispettare una squadra che vince da 9 anni, il minimo che possiamo fare per ciò che ha fatto fino a qui. L’anno scorso abbiamo accorciato il gap, speriamo di fare ancora meglio quest’anno. Gap definitivamente colmato tra noi e loro? Non possiamo dirlo, lo ripeto. Hanno lavorato meglio di tutti negli ultimi nove anni, cambiando e ringiovanendo la rosa più volte. Anche in questa stagione lo stiamo vedendo con McKennie, Chiesa, Morata e Kulusevski. Gli va dato atto che ogni anno cercano di migliorarsi. Oggi differenza ancora evidente, ma attraverso il lavoro squadre come noi si stanno avvicinando“.

LEGGI ANCHE>>> Serie A, Inter-Juventus | Le probabili formazioni

Noi in un anno e mezzo siamo cresciuti e dobbiamo continuare a crescere sulla mentalità, sulla cattiveria agonistica e sulla voglia di ammazzare sportivamente parlando l’avversario. Tutto questo fa parte di un percorso. Vidal? Ha l’esperienza che gli consente di affrontare bene certe partite. Stiamo parlato di un giocatore importante. Queste partite vanno affrontate nel miglior modo possibile. Eriksen regista? Dobbiamo valorizzare tutto il potenziale della rosa. Dietro Brozovic, non abbiamo un giocatore in grado di fare bene lì. Avere la possibilità di avere un calciatore in grado di coprire molte posizioni del campo come Christian è un fattore positivo“.