Julio Cesar: “Mourinho ci trattava in un modo diretto e molto trasparente”

0
173

Inter, l’ex portiere Julio Cesar ha voluto raccontare in un’intervista il suo rapporto con il tecnico José Mourinho. L’ex estremo difensore ha spiegato il metodo che l’allenatore portoghese utilizzava per spronare i suoi giocatori che però con lui non funzionò

Julio Cesar Inter Milan
Julio Cesar ai tempi dell’Inter ©Getty Images

INTER JULIO CESAR INTERVISTA/ L’ex portiere dell’Inter, l’indimenticabile ‘acchiappasogni’ Julio Cesar, è stato intervistato da theplayerstribune.com e ha voluto raccontare il suo rapporto con José Mourinho. Queste le sue dichiarazioni: “Nella stagione 2008–09 il mio rapporto con Mourinho era come quello di un padre e un figlio. E poi è diventato più… beh, diciamo che è diventato solo più complesso. Quando è arrivata la primavera del 2010 eravamo in lotta per lo scudetto, la Coppa Italia e la Champions League, il triplete. Io stavo giocando male. Avevo perso fiducia in me stesso. Un giorno, mentre mi stavo riscaldando prima dell’allenamento, Mourinho si avvicinò e mi disse, con una voce fredda come il ghiaccio: “Senti, tu sei passato da essere il migliore portiere del mondo a un portiere di Serie C’.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, vice Lukaku | Rispunta una vecchia pista
LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter | 85 milioni per Lautaro: tutti i dettagli
LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, è tutto fatto per Vidal | A Milano per visite e firma

Questo era il suo modo di motivarmi, lo sapete? L’idea era che io mi sentissi provocato per reagire. E con quasi tutti i giocatori, funzionava bene. Quella squadra ha avuto tanto successo perché Mourinho ci trattava in un modo diretto e molto trasparente. Non importava chi eri, lui ti criticava davanti a tutti. Ma la cosa è che non tutti reagiscono bene a questo tipo di atteggiamento. E io ero uno di questi. Ho perso la fiducia. In campo, mi sentivo ancora più’ insicuro“.