Inter-Sassuolo, Conte: “Ora il pallone pesa. Bel gioco? Andremo a fare il lifting”

0
926

Le dichiarazioni di Antonio Conte al termine di Inter-Sassuolo. Il recupero della 28esima giornata è stato vinto dai nerazzurri per 2-1

Antonio Conte a Dazn (Getty Images)

Dieci su dieci nel girone di ritorno per l’Inter di Conte, ora a +11 sul Milan a nove giornate dal termine. Insomma, Conte è vicinissimo allo scudetto, il primo alla guida della squadra nerazzurra e il quinto nella sua carriera di allenatore: “C’era da fare uno step se volevamo fare una stagione da protagonista, se volevamo giocare per il titolo – ha esordito il tecnico interista a ‘Dazn’ dopo il match col Sassuolo – Ci sono partite come quelle di oggi che giochi contro squadre con la testa sgombra in cui serve resilienza, potevamo essere ancora più cinici e chiudere la gara prima. Sono straconvinto che con l’atteggiamento di adesso saremmo ancora in Champions League… Oggi c’era tanta tensione, ora ogni gara vale molto più dei tre punti, conta tanto. Il pallone pesa, ma adesso c’è soddisfazione, c’è fatica, da parte nostra stiamo cercando di fare qualcosa di bello in un club che non vince da dieci anni. Sarebbe bello se fossimo noi a spodestare il regno della Juventus“.

LEGGI ANCHE >>> Interlive.it | Quattro innesti e due priorità: possibile ritorno di fiamma

Inter-Sassuolo, Conte: “Per alcuni Lukaku era sopravvalutato. Manca il bel gioco? Andremo al centro estetico per il lifting”

Antonio Conte (Getty Images)

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sui nerazzurri CLICCA QUI.

ATTACCANTI – “Lautaro e Lukaku si muovono in sincronia, ma ci tengo a sottolineare l’atteggiamento di Sanchez. Oggi è davvero un’alternativa importante e lo si vede anche quando entra a partita in corsa. Tutti gli attaccanti ‘sgobbano’ per la squadra, lo stesso Pinamonti che ora sta facendo l’università con noi che poi gli servirà l’anno prossimo. Lukaku quanto ancora puà crescere? Tanti parlavano di un giocatore sopravvalutato, pagato tanti soldi… Questo è un diamante che, lavorando, può diventare qualcosa di straordinario. Ha fatto miglioramenti eccezionali e può farne altri, idem Lautaro. Davanti c’è il giusto mix”.

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO | Calciomercato Inter, sondaggio in casa United: le ultime sulla difesa

ERIKSEN – “Anche lui sta sviluppando una parte che forse gli era un po’ sconosciuta. Il campionato italiano è molto tattico, ora sta crescendo e ci contiamo. Ha fatto quello che chiedevo, può però fare di più ma questo lo sa pure lui”.

SOLIDITA’ – “Adesso siamo più maturi, più solidi. Prima li andavamo a prendere alti e subivamo tanti gol… Serve equilibrio per stare in alto”.

LIFTING – “Non giochiamo bene? Oggi abbiamo un obiettivo, non trascuriamo l’estetica però ci concentriamo sull’obiettivo – la risposta di Conte a ‘Sky Sport’ – L’estetica se arriva è bene altrimenti l’importante è che arrivi lo scudetto. Poi nel caso andremo al centro estetico e faremo un lifting”, ha concluso Conte.