Inter bellissima e Calhanoglu fa ‘scomodare’ Ibra | La speranza di Inzaghi

0
600

Inter: nella vittoria contro il Genoa Calhanoglu ha sorpreso per gioco ed intensità. Sicuramente la sua prova ha fatto sorridere pure Inzaghi

Inter Calhanoglu
Calhanoglu e Skriniar (Getty Images)

L’Inter vince e convince contro il Genoa (4-0) in una partita che ha visto vari protagonisti, tra cui Hakan Calhanoglu. La sua stella ha illuminato ‘San Siro’, esattamente come i nerazzurri che alla prima uscita stagionale sotto la guida tecnica di Simone Inzaghi non hanno deluso le aspettative. In particolare il turco, con il suo viaggio che parte da lontano in mezzo a critiche focose che lo hanno portato da Milano… a Milano.

Per tutte le altre news CLICCA QUI.

Inter, la stella di Calhanoglu parte da lontano: le difficoltà al Milan e la fiducia ritrovata in nerazzurro

Inter Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (Getty Images)

Luglio 2017. Bisogna fare un ritorno al passato non indifferente per parlare di Hakan Calhanoglu e della sua prima esperienza milanese nel calcio. Arrivato dal Bayer Leverkusen con tante speranze (i numeri davano ragione al Milan) di costruire un progetto di altissimo livello in rossonero, il fantasista turco ha deluso più e più volte le aspettative, seguito da un ‘Diavolo’ che ha faticato più del previsto a tornare al vertice del calcio italiano. Soltanto con l’avvento sulla panchina dei Diavoli di Stefano Pioli il rendimento è cambiato – in una stagione e mezza ha segnato 20 gol e fornito ben 22 assist, nonostante la positività al Covid, ai suoi compagni di squadra.

LEGGI ANCHE>>> Galliani non molla | Affare in extremis tra Inter e Monza

Poco, però, troppo poco per i vertici del club lombardo per riconfermarlo come uno dei capisaldi del progetto. Mancava la fiducia, la volontà di tenerlo più che un riscontro economico secondo Calhanoglu. Tutto quello che non aveva o non sentiva di avere, comunque, lo ha spinto ad approdare all’Inter a zero dov’è arrivato con il complicato obiettivo di sostituire senza sfigurare Christian Eriksen. Qui si sente a casa; eppure, le critiche non sono mancate sia dai suoi ex tifosi che da chi ha il nerazzurro nel cuore. giudizi, però, evaporati praticamente in un attimo: o meglio, dopo un quarto d’ora.

Inter, debutto da record per Calhanoglu: La speranza nerazzurra di Inzaghi

Inter Calhanoglu
Calhanoglu festeggia con i compagni (Getty Images)

Quindici minuti sono bastati ad Hakan Calhanoglu per far vibrare il cuore dei tifosi interisti, sugli spalti e a casa. Un assist perfetto da calcio d’angolo per Milan Skriniar e un gol bellissimo da fuori area dopo un’azione esteticamente vibrante – ciò gli ha permesso di fare il miglior debutto con la maglia dell’Inter dai tempi di Zlatan Ibrahimovic, per capirci. Un quarto d’ora per mettere la firma ad una partita che doveva rispondere a tutti: alle critiche, alle cessioni onerose dell’Inter e anche a Simone Inzaghi. Il tecnico dei nerazzurri, che lo ha voluto tanto con sé, ha sempre detto fin dall’inizio che Calhanoglu può occupare il ruolo che nella sua Lazio spettava a Luis Alberto.

LEGGI ANCHE>>> Inter-Genoa 4-0 | Inzaghi vince e convince: super Calhanoglu, Vidal fa felice Dzeko

Certo, la prima giornata di campionato, contro un Genoa costellato da tante assenze, non basta a giudicare un giocatore, soprattutto se messo a confronto con un fantasista del calibro dello spagnolo. Ma basta per alimentare le speranze di Inzaghi, che ha sempre spiegato quanto un talento del genere fosse cruciale per il suo gioco e le sue idee. Il debutto, poi, ripetiamo che fa ben sperare; sono i primi abbagli di una stella che tende a nascondersi dietro alla luna ma che, questo è l’auspicio di tutti, magari inizierà presto a perforare anche il punto meno luminoso di San Siro.