No Lukaku, sì party: i numeri danno ragione al ‘nuovo’ duo

0
84

Inter: dopo l’addio di Romelu Lukaku e l’approdo di Edin Dzeko in nerazzurro è cambiato tantissimo ma non per forza di cose in negativo

Inter
Edin Dzeko Inter © Getty Images

Tanti cambiamenti in casa Inter quest’estate. Oltre ad Antonio Conte e Achraf Hakimi, anche Romelu Lukaku ha lasciato Milano, nel suo caso per approdare al Chelsea. I nerazzurri hanno dovuto correre ai ripari in vista dell’inizio della stagione per cercare di regalare a Simone Inzaghi la miglior rosa possibile in vista del futuro: ecco cosa è cambiato, e non per forza in maniera negativa, dall’anno scorso. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE>>> Crollo sui mercati, Suning a caccia di acquirenti | Inter appesa a un filo

Inter, altro che downgrade: i numeri con Dzeko al posto di Lukaku

Inter
Dzeko (Getty Images)

Con l’addio di Romelu Lukaku, sulla carta, la squadra allenata da Simone Inzaghi avrebbe dovuto perdere tantissimo dal punto di vista realizzativo. Per ora, però, le cose stanno andando decisamente in un altro modo che farà sicuramente sorridere i tifosi interisti. Con la coppia Dzeko-Lautaro, infatti, l’Inter ha segnato nove gol nelle prime sei giornate di campionato, meglio della coppia Lukaku-Lautaro datata 2020/21 (otto).

LEGGI ANCHE>>> Forte richiamo della Spagna: addio Inter, scambio e nuovo centrocampista

Cinque gol per il centravanti bosniaco – tali e quali a quelli del belga – e quattro per Lautaro – l’anno scorso ne mise a segno tre. In Europa, poi, solo Benzema-Vinicius e Lewandowski-Gnabry hanno fatto meglio. Tornando a Dzeko, l’ex Roma ha segnato quanto Milito, Vieri e Ronaldo ‘Il Fenomeno’. Giusto per far capire, fino a qui, il rendimento dell’attaccante alla ‘Beneamata’.