Sheriff-Inter, Vidal supera Calhanoglu, si candida Dimarco: le ultimissime

0
36

Sheriff-Inter si avvicina, la formazione di Simone Inzaghi è arrivata a Tiraspol nel pomeriggio. Vidal cerca una maglia da titolare, torna Darmian

Domani sera allo Sheriff Stadium di Tiraspol, l’Inter si gioca un pezzo importante di stagione. Vincere contro lo Sheriff vuol dire scavalcare i moldavi in classifica e rimanere in corsa per gli ottavi di finale di Champions League.

Inter ©LaPresse

Simone Inzaghi lo sa, la squadra anche, tutti uniti per inseguire tre punti fondamentali. All’andata, 15 giorni fà, i nerazzurri si imposero a San Siro per 3-1, grazie alle reti di Dzeko, Vidal e De Vrij. Domani servirà un’altra prestazione superlativa per conquistare l’intera posta in palio e non cadere in trappole tattiche che si trasformano in pericolosi contropiede.

LEGGI ANCHE >>> Sheriff-Inter, Inzaghi: “Domani conta solo vincere. Derby? Ci penseremo dopo”

Seconda sfida tra i due club, la prima ovviamente all’andata. Lo Sheriff conferma di essere la squadra con la minore percentuale di possesso palla, circa il 25%. Attualmente occupa ia prima posizione in condominio con il Real Madrid e domani dovrà fare a meno di Boban Nikolov, uno dei migliori giocatori della squadra moldava.

Sheriff-Inter: Vidal e Darmian dall’inizio, torna anche De Vrij

Arturo Vidal ©LaPresse

Dopo la rifinitura di stamattina, prima della partenza per TiraspolSimone Inzaghi ha dato le ultime indicazioni ai suoi. E’ sembrato particolarmente attento ed ispirato Ivan Perisic che si è soffermato a dare qualche indicazione in più a Denzel Dumfries. L’olandese, però, domani non partirà dall’inizio dopo l’opaca prestazione contro l’Udinese.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Inter, quadriennale per il super talento

Matteo Darmian si riprenderà il posto da titolare sulla corsia destra. In difesa rientra De Vrij che dovrebbe completare il trio con Skriniar e Bastoni. Attenzione però ad un possibile inserimento di Federico Dimarco come all’andata per cercare di dare maggiore spinta in fase offensiva. In mezzo al campo Arturo Vidal scalpita per tornare in campo. In attacco, invece, si torna al classico tandem Dzeko-Lautaro. Correa partirà dalla panchina.