Decisione presa: scambio rifiutato e addio a giugno

0
1035

Tanti gli estimatori intorno a Stefano Sensi nonostante non stia contribuendo troppo alla causa di Inzaghi. Tra futuro in Spagna e l’idea di scambio 

Altra annata fin qui incerta per Stefano Sensi, che tra problemi fisici e scelte di Inzaghi non ha trovato la giusta continuità di impiego e rendimento. Il centrocampista italiano anche lo scorso anno con Conte non riuscì ad incidere, e da lui ci si aspetta presto un salto in avanti per scongiurare un addio.

Marotta e Ausilio © LaPresse

Al netto dei problemi fisici e dello scarso impiego gli estimatori di Sensi non mancano e in Italia, ma anche all’estero ed in particolare in Spagna.

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Non solo l’ingaggio: gli ostacoli per il rinnovo di Brozovic

Calciomercato Inter, Sensi tra gennaio e giugno: dallo scambio all’addio

Sensi e Inzaghi ©LaPresse

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Tra gli estimatori di Sensi c’è anche il Siviglia di Monchi, il quale lo apprezza fin dai tempi del Sassuolo. Il dirigente degli andalusi può provarci a gennaio offrendo uno scambio con Gudelj, mediano serbo in passato accostato anche alla Juve.

LEGGI ANCHE >>> Troppa panchina e addio in estate: Inter in agguato | ‘Assist’ dall’agente

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, arrivano conferme | Eriksen pedina di scambio

Si tratterebbe nel caso di uno scambio secco da 15 milioni di euro a cui l’Inter direbbe però  di no. Sensi non parte a stagione in corso, mentre il discorso potrebbe cambiare l’estate prossima quando se ne potrà parlare, ma solo per un’offerta cash da 18-20 milioni con la formula che potrà anche essere il prestito con obbligo condizionato.