Una falla nello Spezia, ospite dell’Inter

0
77

Si terrà domani l’incontro tra Spezia e Inter: nerazzurri sulla carta nettamente favoriti, complice una statistica poco felice che penalizza i liguri

La storia dello Spezia è macchiata da momenti di grande valore e conquiste sul campo, a tristi episodi di fallimenti e ben tre rifondazioni. La stagione 2019/2020, tuttavia, verrà per sempre ricordata dai tifosi aquilotti come quella della storica promozione in Serie A. Ad ospitare le ferrigne matricole ci sarà domani l’Inter, campione d’Italia uscente.

I giocatori dello Spezia ©LaPresse

Il percorso da debuttante nella massima divisione per lo Spezia si è rivelato sinora abbastanza mediocre, complice una costituzione di squadra ancora piuttosto acerba. Al momento gli 11 punti conquistati sul campo grazie alle 3 vittorie e i 2 pareggi, a fronte delle 14 partite disputate (9 dunque le sconfitte, ndr) valgono la 17esima posizione in classifica, davanti a Genoa, Cagliari e Salernitana. Quel che maggiormente risalta agli occhi dalle statistiche sono i gol incassati, ben 32 a fronte dei 15 realizzati, che la incorniciano come peggior difesa. Numeri che contrastano con i 34 gol realizzati dall’Inter, a conferma dell’attacco più prolifico. Sulla carta dovrebbe essere facile per i nerazzurri produrre un risultato utile, ma vietato abbassare la guardia.

LEGGI ANCHE >>> Inter, cinque chance per afferrare la vetta prima della sosta

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, arriva la svolta: “L’Inter ha accettato le richieste”

Spezia, il 4-3-3 dell’ex Thiago Motta

L’allenatore dello Spezia, Thiago Motta ©LaPresse

Alla guida degli aquilotti c’è l’ex calciatore dell’Inter, Thiago Motta, alla sua seconda panchina in Serie A dopo la brevissima parentesi con il Genoa di due anni fa. L’assetto tattico è impostato sul 4-3-3, con propensione verso un gioco offensivo. Meno efficace la fase di non possesso, con una difesa che si mostra spesso fallace nell’arginare la manovra avversaria. L’uomo più pericoloso è certamente Daniele Verde (3 reti), rientrato in gruppo dopo l’infortunio che lo ha tenuto a riposo nella sconfitta contro il Bologna.