Altobelli: “In Coppa Italia con questa formula, non penso possano esserci grosse sorprese”

0
182

Inter, Alessandro Altobelli ha dato la sua opinione sulla Coppa Italia odierna e rimpiangendo quella che giocava negli anni 70 e 80

Coppa Italia Inter Lazio
Coppa Italia

Oggi sono iniziate le sfide in partita unica, valide per i sedicesimi di coppa Italia che regaleranno alle vincenti la possibilità di giocare contro le migliori otto dello scorso campionato. In merito a questa competizione la Gazzetta dello Sport ha chiesto un’opinione ad Alessandro Altobelli. Gli hanno domandato quali ricordo gli evoca e lui ha spiegato: “Un ricordo bellissimo, ho sempre tenuto molto alla Coppa Italia. Ci mettevamo tutti molto impegno, mentre adesso…”. Gli hanno domandato, se ora viene poco considerata e lui ha risposto: “Ci sono troppi impegni, un calendario intasato: c’è poco spazio per giocare. E si entra nel vivo quando fa freddo, il che vuol dire anche poco pubblico. È un ritaglio di tempo sbagliato”. Gli hanno chiesto se ha qualche soluzione da dare e lui ha spiegato: “Bisogna trovare delle date diverse e non ha senso che le prime otto dell’ultimo campionato entrino agli ottavi di finale. La cosa ideale sarebbero scontri diretti da agosto, magari sul campo della squadra più debole: penso a partite come Catania-Inter o Messina-Juve a eliminazione diretta. Con la formula attuale, invece, le big entrano agli ottavi: quante possibilità hanno le piccole?”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, una ‘follia’ per Lautaro | “E’ emozionante”

LEGGI ANCHE >>> Niente Inter o Barcellona, talento diretto nella Bundesliga che conta

 

Altobelli con la squadra nerazzurra ha messo a segno 209 reti di cui 56 in coppa Italia e gli hanno chiesto quali ricorda di più e lui ha detto: “Indubbiamente quelli in finale, contro Napoli e Torino. Erano partite che sentivo molto: per me erano importantissime, mi impegnavo in tutte le competizioni”. L’ultima domanda ha riguardato la possibilità che ci possa essere una sorpresa e lui ha dichiarato: “Ci sono realtà interessanti ancora in corsa: penso a Empoli, Verona e Fiorentina. Ma una delle prime due uscirà sicuramente e chi vince giocherà contro l’Inter. I viola potrebbero affrontare il Napoli e quella sarebbe una bella partita. Ma dobbiamo guardare la realtà: quante possibilità avrebbe l’Empoli, per esempio, contro i nerazzurri? Con questa formula, non penso possano esserci grosse sorprese”.