Calciomercato, Inter in ‘pericolo’: offerta milionaria di Pif

0
1323

La questione rinnovi in casa Inter continua a tenere strettamente banco, con alcuni big dal destino ancora incerto. Il pericolo arriva dalla Premier 

All’ordine del giorno in casa Inter ci sono sempre i rinnovi di contratto di alcuni big. Marcelo Brozovic e Ivan Perisic su tutti, con l’esterno croato che sta vivendo sostanzialmente la sua miglior stagione in carriera. L’accordo in scadenza 2022 pende però sul capo della dirigenza meneghina che spera di riuscire a trattenere tutti i calciatori migliori.

Beppe Marotta © LaPresse

Marotta e soci stanno lavorando step by step anche se la distanza tra domanda e offerta nel caso di Perisic continua ad essere importante. A complicare il tutto potrebbero esserci inoltre i possibili interessamenti dall’estero per il laterale croato, che soprattutto in Premier League ha sempre avuto mercato ed estimatori.

LEGGI ANCHE >>> Incontro col calciatore e blitz dell’agente: affare da 20 milioni

Calciomercato Inter, il Newcastle pronto a investire: maxi ingaggio per Perisic

Perisic © LaPresse

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Perisic sta giocando il miglior calcio da quando è in Italia, ma il rinnovo è ancora tutto da esplorare. Intanto dall’estero potrebbe arrivare il pericolo maggiore per l’Inter e risponderebbe al nome del Newcastle. I bianconeri nei mesi scorsi sono passati tra le mani del famigerato fondo Pif pronto a mettere in campo soldi freschi.

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Nandez non è (per ora) una priorità dell’Inter

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, colpo a zero dal Psg | Nome clamoroso

La disponibilità economica è infatti molto importante, e già a partire da questo gennaio i Magpies proveranno ad uscire dalle sabbie mobili rinforzando la squadra. Per l’estate invece a costo zero, in caso di mancato prolungamento, non va escluso proprio un assalto a Perisic con una proposta economica importante da 6,5/7 milioni di euro all’anno per tre stagioni. L’Inter offre dal canto suo 3-4 milioni per due anni, mentre lui vuole 6 per tre: la distanza c’è ma la questione rinnovo è ancora aperta e percorribile.