Interlive | Dybala, quella dell’Inter resta l’unica offerta concreta: doppio rifiuto in Premier

0
593

L’Inter resta ancora in pole per Dybala nonostante le dichiarazioni di ieri di Marotta. Intanto dall’Inghilterra arrivano due risposte negative per l’argentino

Non ci fidiamo delle parole rilasciate in ‘marottese’ ieri da Marotta, ma è vero che per Dybala c’è stallo da un paio di settimane e per motivi ormai noti a tutti: manca l’accordo col suo agente tra parte fissa, bonus e commissioni; davanti l’Inter è piena, senza l’uscita almeno di Sanchez (meno facile del previsto) non può entrare l’argentino.

Paulo Dybala ©LaPresse

Fin qui Dybala ha atteso l’Inter perché in tempi non sospetti ha scelto l’Inter, come anticipammo qui su Interlive.it, e perché esiste un patto con lo stesso Marotta. Ma il classe ’93 di Laguna Larga quanto può attendere ancora? Difficile dirlo, certo è che più passa il tempo e più, verosimilmente, sarà costretto ad abbassare le pretese. Apriamo parentesi: le commissioni a doppia cifra che chiede Antun, non un agente ma un grande amico di famiglia (nello specifico del papà di Dybala, scomparso quando Paulo aveva 15 anni), andrebbero perlopiù nelle tasche dello stesso calciatore. Quindi chi vuole fare proprio la ‘morale’ – per noi ognuno è legittimato a chiedere quello che vuole – sposti il mirino su Dybala…

ll 29enne potrebbe aspettare ancora un altro po’ di giorni, anche perché per lui non c’è la fila visto appunto l’elevate richieste. Inoltre è reduce da stagioni non esaltanti e un po’ tutti i grandi club sono ingolfati di giocatori che non riescono a vendere. Per Roma, Milan e Napoli – tanto per citare tre società alle quali è stato di recente accostato – oggi è fuori portata, piace a Simeone ma l’Atletico Madrid davanti è pieno come l’Inter e in più deve stare attento a non superare la soglia del salary cup imposto dalla Liga.

Calciomercato Inter, Arsenal e Newcastle dicono no a Dybala

Paulo Dybala ©LaPresse

In questi giorni per Dybala si è poi parlato nuovamente di Premier, nella fattispecie di Arsenal e Manchester United (ora alle prese col ‘caso’ Cristiano Ronaldo e l’affare de Jong). Secondo le informazioni raccolte da Interlive.it, di recente un intermediario lo ha riproposto ai ‘Gunners’ raccogliendo però una risposta negativa. Sappiamo che un tentativo è stato fatto pure col ricco Newcastle, ma pure loro hanno detto no. Motivo non economico ma tattico: nel loro modulo non è previsto un numero dieci.

Resta forse il Tottenham di Conte, che un sondaggio lo aveva fatto mesi fa, ma anche gli ‘Spurs’ sono al completo nel reparto offensivo. E poi i rapporti tra Paratici e Antun non sarebbero idilliaci. Insomma, nonostante gli ostacoli l’Inter resta la favorita – ammesso, ripetiamo, che l’argentino voglia aspettare altro tempo – per Dybala anche perché, come scritto già settimane fa, non è partita alcuna asta. L’ex Juve non è la priorità di nessuno.

Quella nerazzurra, dunque, rimane finora l’unica proposta concreta (contratto da meno di 6 milioni più bonus) da parte di una big, di una big che fa la Champions, competizione che vuole assolutamente giocare in ottica Mondiale. Per giunta in questo momento la sua convocazione a Qatar 2022 è tutt’altro che scontata.