Hakimi: il giocatore negativo anche al secondo tampone, ha già raggiunto i compagni a Genova

0
64

Inter, il giocatore Achraf Hakimi è risultato negativo anche al secondo tampone e quindi oggi potrebbe essere schierato sin dal primo minuto contro il Genoa nella sfida di campionato. In ogni caso la società nerazzurra starebbe pensando ad un’azione legale contro la Uefa per tutelarsi visto il pasticcio successo prima della sfida con i tedeschi

Hakimi all’Inter per 45 milioni (Getty Images)

INTER HAKIMI SECONDO TAMPONE NEGATIVO/ Una bella notizia per Antonio Conte e per l’Inter. Il giocatore Achraf Hakimi è risultato negativo anche al secondo tampone, che è stato effettuato ieri, quindi il tecnico lo potrà avere a disposizione già nella trasferta di oggi alle 18 contro il Genoa. Come ha spiegato il sito di Sky Sport queste sono state le dichiarazioni ufficiali sulla situazione del calciatore da parte della società nerazzurra: “La società al lavoro con l’Ats per ottenere tutte le garanzie e certificazioni sanitarie e metterlo a disposizione di Conte già per la partita di oggi”. L’esterno marocchino è stato quindi aggregato con i compagni e quindi sarà abile e arruolabile per la sfida contro la formazione di Rolando Maran. In ogni caso la società milanese potrebbe intentare una causa alla Uefa per il pasticcio del tampone: prima negativo poi leggermente positivo poi positivo, secondo i laboratori dell’organo europeo, ma successivamente gli esiti soso stati  entrambi negativi dopo i tamponi fatti in Italia nei giorni successivi.

LEGGI ANCHE >>> Genoa-Inter, una sfida tra due squadre falcidiate da Covid-19 e infortuni

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Calciomercato Inter, Skriniar via |Scelto l’erede: ‘ossessione’ di Conte

Inter, beffa e critiche | L’avversario ‘distrugge’ Conte

Nella sfida con il Borussia M’Gladbach, il tecnico nerazzurro ha dovuto fare a meno di uno dei giocatori più importanti in rosa, anche se l’esordio di Matteo Darmian è stato comunque buono e quindi, onde evitare altre situazioni spiacevoli, pensa a come tutelarsi come ha spiegato la Gazzetta dello Sport.