Home FootBall Club Internazionale 1908 – Nasce l’Inter

FootBall Club Internazionale 1908 – Nasce l’Inter

Milano, 9 marzo 1908 – La prima pagina della Gazzetta dello Sport scriveva:

‘Foot-Ball Club Internazionale’: È il nome di un nuovo Club fondato da pochi giorni a Milano.

Dall’articolo si apprende che l’Inter è nata da una scissione causata da numerosi malintesi sorti in seno al Milan Cricket and Football Club. Il nuovo club nasce con l’obiettivo di facilitare l’esercizio del calcio agli stranieri residenti a Milano e favorire la diffusione della passione fra la gioventù Milanese.

L’articolo termina con gli auguri a nome della Gazzetta dello Sport, di vita lunga, prospera e soprattutto: che il nuovo sodalizio possa trovare nei suoi fondatori la buona volontà indispensabile affinchè i buoni propositi manifestati possano ottenere il miglior successo.

La storia dell’ FCInter ha, dunque, inizio il 9 marzo 1908 all’interno di una sala del “Ristorante Orologio” dov’era solita ritrovarsi, nel dopo-teatro, l’elite intellettuale milanese.
Tutto ebbe inizio dalla rivolta di un gruppo di 44 soci che non approvavano gli orientamenti dei padri-padroni del Milan. Alla base delle discordie c’è l’intenzione di quest’ultimi di aprire il calciomercato anche ai giocatori stranieri, dunque non solo italiani ma anche internazionali.

 

4 soci dissidenti
I 44 soci dissidenti

Tra i fautori più attivi di tale dissenso vi è il pittore Giorgio Muggiani, protagonista dell’azione preparatoria di scissione ed autore del primo distintivo del club, costituito da un cerchio azzurro ed uno nero che delimitano un fondo dorato ed in bianco, sovrapposte, le iniziali del Football Club Internazionale Milano.

Nel corso della riunione fu redatto uno storico verbale che rappresenta l’atto ufficiale di nascita della società.

Il nome della società avrebbe dovuto avere come appellativo principale ‘Milano’ ma per evitare confusione con ‘Milano’ e ‘Milan’ si stabilì che la squadra si sarebbe chiamata con il nome programmatico per il quale è nata: Internazionale.

Primo presidente del Club fu il socio e consigliere Giovanni Paramithiotti, mentre allenatore fu Virgilio Fossati, capitano della squadra che morirà di lì a poco nel corso della prima guerra mondiale. Solo all’inizio degli Anni Venti si affermerà stabilmente la figura dell’allenatore.

 

1908/1919 – Dalle Origini del Club, al Primo Scudetto

Il Football Club Internazionale Milano fu fondato al Ristorante Orologio la sera del 9 marzo 1908. Sua denominazione iniziale fu Foot-Ball Club Internazionale ma quando nel 1967 acquista la forma giuridica di S.P.A. fu aggiunto il nome Milano.

Il Club Internazionale Milano nasce dall’iniziativa di 48 dirigenti dissidenti del Milan che non accettavano l’imposizione del club rossonero di far giocare calciatori stranieri e aveva deciso di non partecipare a nessun torneo nazionale. Il nome stesso scelto per la nuova squadra stava ad indicare l’intenzione principale della società: permettere a giocatori non italiani di indossare la maglia del Football Club Internazionale Milano.

A scegliere il nero e l’azzurro che avrebbero contraddistinto l’emblema della società, fu il pittore futurista Giorgio Muggiani uno dei principali dissidenti del Milan.

Giovanni Paramithiotti
Giovanni Paramithiotti primo Presidente Inter

 

 

La scelta dell’azzurro è legata al fatto che a quei tempi si usavano le matite a due colori, rosse da una parte e blu dall’altra, per cui simbolicamente il blu era opposto al rosso.
Giorgio Muggiani disegnò anche lo stemma che rifacendosi a quello dei club inglesi, riportava le lettere F, C, I, M sovrapposte, in bianco su uno sfondo costituito da un cerchio dorato circondato da un cerchio nero che a sua volta era circondato da un cerchio azzurro. Nello stemma fin dall’inizio fu inserita la M di Milano anche se quest’ultima non compare nel primo nome della società: Foot-Ball Club Internazionale.

Il nome Milano fu ufficialmente inserito alla denominazione solo nel 1967, quando il Club diventerà una S.p.A.

Nel corso del primo anno l’Internazionale gioca solo amichevoli, la prima delle quali contro l’Ausonia, persa per 5-1, che sarà registrata come la prima partita giocata dall’Inter.
Seguono una partita contro il Racing Libertas Club vinta per 4-0, la Coppa Chiasso che vede l’Inter trionfare sull’Ausonia per 1-0 ed arrivare a giocare la finale contro il Milan, in quello che fu il primo derby milanese della storia. Se lo aggiudicarono i rossoneri per 3-2, in una finale da venticinque minuti per tempo.

 

1909-1910 : Dagli Esordi al Primo Scudetto

L’Inter Club mosse i suoi primi passi nel campionato 1909 nell’ambito del girone lombardo che prevedeva come sue avversarie il Milan ed il Milanese.
Prima partita ufficiale dell’Inter fu proprio contro il Milan, giocato all’Arena il 10 gennaio 1909: la partita si concluse con la vittoria dei rossoneri per 3-2.

La squadra dell’Inter era composta da calciatori quasi tutti di origine svizzera: Cocchi, Kappler, Marktl, Niedermann, Fossati, Kummer, Gama, Du Chene, Hopf, Volke, Schuler.
A trionfare nel girone lombardo fu alla fine la Milanese.

FOTO – La formazione dell’Inter che vinse il primo scudetto.

Per l’anno successivo, 1909-1910, si adottò la formula del girone unico. La formazione del Club Inter fu rinnovata quasi totalmente ad eccezione di due titolari, Fossati e Schuler.

Tra i nuovi giocatori c’era il portiere Piero Campelli che divenne uno dei pilastri della squadra. L’Inter agguanta la testa della classifica insieme alla Pro Vercelli e ci resterà fino alla fine del campionato, con la Federazione che fu costretta a fissare la data dello spareggio per l’assegnazione del titolo al 24 aprile 1910 e si giocherà all’Arena di Milano.

Lo stadio, tuttavia, ospitava nello stesso giorno una gara tra rappresentative militari che richiedeva l’impiego anche dei giocatori del Pro Vercelli, Innocenti, Milano II e Fresia.
La Federcalcio, allora, decise di far disputare la partita a Vercelli, senza però cambiare la data come richiesto dalla dirigenza piemontese del Club interista. Come segno di protesta il Pro Vercelli scese in campo con la squadra ragazzi: la finale fu vinta dall’Inter per 10-3.
Nel corso della stagione il Foot-Ball Club Internazionale si aggiudicò entrambi i derby vincendoli di gran misura.

Di seguito i nomi dei primi campioni dell’Inter: Campelli, Fronte, Zoller, Jenny, Fossati, Stebler, Capra, Payer, Peterlj, Aebi, Schuler.

Primo Scudetto Inter Club
Formazione del primo Scudetto vinto dall’Inter

 

Stagioni 1910-1919

Allo scudetto fecero seguito quattro stagioni che videro tre presidenti in carica: Emilio Hirzel (1912), Luigi Ansbacher (1914) e nello stesso anno Giuseppe Visconti Di Modrone.

La stagione 1910-1911, fu molto deludente per l’Inter che si classificò al quarto posto nel girone eliminatorio.

L’anno seguente per rafforzare la squadra fu preso Luigi Cevenini, conosciuto anche come Cevenini III, vero talento dell’epoca che dopo aver rotto col Milan, decise di trasferirsi al Foot-Ball Club Internazionale portando con sé anche i suoi fratelli, Aldo e Mario. L’Inter chiude al terzo posto nel girone ligure-lombardo e resta nuovamente fuori dalle finali.

Nel 1913 la squadra fu rafforzata ulteriormente con l’innesto dell’attaccante Julio Bavastro: l’Inter vinse il girone eliminatorio davanti a Juventus e Milan ma nella fase successiva fu battuta da Casale e Genoa.

Le cose non cambiarono nel campionato 1914-1915, con il Club Inter primo nel girone eliminatorio ed in quello di semifinale ma battuto nel girone di finale: il cammino della squadra nerazzurra, tuttavia, fu interrotto dalla guerra quando mancava una sola partita con Cevenini III che si aggiudicò la classifica cannonieri con 35 gol segnati.

Numerosi giocatori interisti dovettero raggiungere le prime linee e la società nerazzurra, come altre, pagò un prezzo molto elevato alla guerra: Fossati, Bavastro e Caimi non fecero più ritorno.

Nel 1919, terminata finalmente la prima guerra mondiale, il calcio riprese il suo corso.